Amelia

Amelia

Amelia è la cittadina più antica dell’Umbria, fondata dagli Umbri nel XII secolo a.c.
L’antico borgo è protetto da mura megalitiche poligonali, formate da grandi blocchi tenuti insieme senza malta cementizia, la cui paternità viene attribuita dalla leggenda popolare ai Ciclopi.

Fu importante e florido municipio dei Romani, con il nome di “Ameria”. Di quel passato rimangono molte testimonianze, alcune parzialmente serbate in alcuni antichi palazzi, altre ancora intatte: la Porta Romana, le cisterne romane, la statua del Germanico conservata nel museo archeologico.

Amelia è anche ricca di monumenti e opere d’arte medievali e rinascimentali: la Torre Civica con pianta dodecagonale risalente al 1050 d.c., simbolo delle libertà comunali; gli antichi palazzi nobiliari affrescati come Palazzo Petrignani, Palazzo Cansacchi, Palazzo Farrattini (copia in scala ridotta del Palazzo Farnese di Roma); le chiese di San Francesco e Sant’Agostino e San Magno; la Cattedrale.

Non si può dimenticare, infine, il teatro di Amelia che, costruito nel 1782, rappresenta il modello in piccolo del teatro la Fenice di Venezia.

Da non perdere le feste tradizionali medievali, il Palio dei Colombi e la Rievocazione storica degli Statuti Amerini.