Gambero Rosso 2017 – Guida ai migliori ristoranti d’Italia

80 PUNTI E 2 FORCHETTE

Un affascinante contesto naturale, distese di uliveti e un casale in pietra ristrutturato e arredato con gusto: qui ci si ristora sul serio e si gode di uno degli angoli più belli che l’Umbria possa offrire (bonus).
Sia sui fronti accoglienza e ospitalità che su quello gastronomico la proprietà ha puntato in alto sin da subito, con una ricerca attenta delle materie prime (soggette a stagionalità e mercato), la realizzazione di piatti raffinati ed equilibrati e un servizio all’altezza del contesto.
Una volta accomodati iniziate pure con un carpaccio di Chianina con misticanza e scaglie di pecorino di Fossa. Continuate con i tagliolini all’uovo con il tartufo nero o con i delicati e ben eseguiti ravioli ripieni di melanzane alla parmigiana su centrifuga di pomodorini e olio al basilico. Terra e campagna anche nei secondi con il petto d’anatra con le cipolle caramellate al Muffato o con il vitello bianco cotto a bassa temperatura con erbe e pepe. Tutto il raccolto dell’orto finisce negli sfiziosi contorni. Si conclude con un goloso cremoso al lime con frutti di bosco.
Bonus ai menu degustazione convenienti. Carta dei vini assortita e servizio cortese.